Contatti

Per prendere un appuntamento chiamare il numero (+39) 338 1784044 o scrivere a fra.digiro@gmail.com.

Lo studio dove ricevo è a Pescara, in viale Kennedy 47, presso il Laboratorio Psicoanalitico di Pescara.

Cosa faccio e come lo faccio

Mi occupo di adolescenti e adulti attraverso un approccio psicodinamico.
Tratto problematiche inerenti a:Ansia, Attacchi di Panico, Fobie, Disturbi Psicosomatici,Dipendenze,Coppia,Depressione, Sostegno alla genitorialità, Sostegno allo sviluppo nell'adolescenza.

psicoanalisi e depressione

Ricerca Empirica e Questioni Metodologiche. Gabriella Giustino e Giorgio Mattana

La contrapposizione fra lo sguardo clinico dell’analista e i risultati della ricerca empirica su esito, processo e fattori terapeutici in psicoanalisi è forse più apparente che reale e risulta superabile con alcune semplici considerazioni metodologiche. Si afferma spesso che gli studi empirici si concentrano sulla dimensione sintomatica, come è senza dubbio per lungo tempo avvenuto e come spesso tuttora avviene, penalizzante per la psicoanalisi e non centrale ai suoi obiettivi terapeutici.

Si trascura tuttavia che, a partire dalle molto pertinenti considerazioni freudiane in materia, pur non essendo un trattamento sintomatico risolutivo, data la precarietà e reversibilità della soppressione/riduzione del sintomo in assenza dell’eliminazione della sua causa, è ciò nondimeno difficilmente immaginabile che quest’ultima non debba avere conseguenze anche a livello del sintomo che ne è l’effetto. In termini freudiani, se è vero che il sintomo può essere temporaneamente soppresso o ridotto senza risolvere il conflitto che ne è alla base (e lo stesso dicasi per le etiologie da trauma e/o deficit ambientale), è altrettanto vero che la risoluzione del conflitto, o la riparazione dei traumatismi e delle carenze ambientali, non possono non avere un riscontro anche a livello di quelle loro manifestazioni che sono i sintomi. Occuparsi di questi ultimi dunque, ai fini dell’accreditamento della psicoanalisi come strumento terapeutico, è tutt’altro che inutile, non è certamente sufficiente, ma è sicuramente necessario.

Prosegui nella lettura dell'articolo - Articolo tratta da Spiweb